Per citar aquest document: http://ddd.uab.cat/record/14883
La scienza l’ignoranza la fede. De sui ipsius et multorum ignorantia
Gagliardi, Antonio

Data: 2006
Resum: Per comprendere il senso del conflitto tra Francesco Petrarca e i quattro giovani averroisti in De sui ipsius et multorum ignorantia è necessario penetrare all’interno del linguaggio e mostrare la profondità della dottrina che vi si cela. A cominciare proprio dal quel termine, ignoranza, si attraversa tutta una biblioteca che rivela la consistenza vera della dottrina averroista. Per Averroè c’è un solo intelletto per tutta l’umanità e il bambino appena nato non ha un intelletto personale. Per questo motivo il bambino appena nato è simile all’animale senza ragione, il bruto. Questo intelletto si forma tramite l’acquisizione della scientia segnando l’acquisizione vera dell’umanità. L’uomo non nasce per natura ma per cultura e l’ignorante rimane nello stadio della brutalità. Tutta la vita dell’uomo deve essere dedicata all’acquisizione della scientia perché quando l’intelletto personale avrà acquisito tutti gli intelligibili si unirà con l’intelletto agente, la prima delle sostanze separate. Dopo gli sarà possibile giungere alla visione intellettuale di Dio. Questo è il fine ultimo, il sommo bene e la felicità. Si può comprendere il conflitto con il cristianesimo per il quale soltanto tramite Cristo e nell’altra vita è possibile giungere alla visione di Dio e alla beatitudine. Date queste coordinate si può comprendere come Petrarca cerca di rispondere da un punto di vista cristiano contrapponendo la fede alla scientia e a ogni via filosofica che porta a Dio. Nel conflitto con i giovani averroisti si rivela la pienezza di una frattura storica in antropologia ed escatologia e una via e della perfezione e della beatitudine incompatibile con il cristianesimo. Prendendo le difese del proprio cristianesimo come della propria scientia si sottrae alla filosofia il monopolio del sapere rivendicando una propria dignità intellettuale in sintonia con la fede cristiana.
Resum: To understand the sense of conflict between Francesco Petrarch and the four Averroistic youths in De sui ipsius et multorum ignorantia, we must delve deep inside the language and illustrate the depths of the doctrine hidden within. Beginning exactly from this point, the search of an entire library reveals the true consistency of the Averroist doctrine. For Averroè, there is just one intellect for all humanity, of which the newborn child has no personal understanding. For this reason, the newborn child is similar to a senseless animal, or beast. This intellect is formed through the acquisition of scientia, marking the true acquisition of humanity. Man was not born by nature, but by culture, and the ignorant remain in the primate state. Man’s entire life should be dedicated to the acquisition of scientia, because when personal intellect has acquired all knowledge, it will become united with agent intellect, the first of the separate substances. Thenceforth, it will be possible to see into the intellectual vision of God. This is the ultimate end, the greatest good, happiness. It is clear why a conflict exists with Christianity, which states that only through Christ and in another life is it possible to see the vision of God and to reach bliss. Based on this, it is understandable that Petrarch sought answers from a Christian point of view, setting aside his faith in scientia and in all philosophical paths leading to God. The conflict with the Averroist youths reveals the fullness of an historic fracture in anthropology and eschatology, a path, perfection and bliss that are inconsistent with Christianity. In the defence of Christianity, as with scientia, we attribute to philosophy the monopoly of knowledge, claiming a personal intellectual dignity in tune with the Christian faith.
Drets: Aquest document està subjecte a una llicència d'ús Creative Commons. Es permet la reproducció total o parcial, la distribució, la comunicació pública de l'obra i la creació d'obres derivades, sempre que no sigui amb finalitats comercials, i sempre que es reconegui l'autoria de l'obra original. Creative Commons
Llengua: Italià.
Document: Article ; recerca ; article ; publishedVersion
Matèria: Averroisme ; Ignorància ; Fe ; Ciència ; Petrarca ; Averroismo ; Ignorantia ; Fede ; Scienza ; Petrarch ; Averroism ; Science
Publicat a: Quaderns d'Italià, N. 11 (2006) p. 111-130, ISSN 1135-9730



20 p, 124.6 KB

El registre apareix a les col·leccions:
Articles > Articles publicats > Quaderns d'italià
Articles > Articles de recerca

 Registre creat el 2007-01-22, darrera modificació el 2016-06-12



   Favorit i Compartir