Per citar aquest document: http://ddd.uab.cat/record/2545
Le strategie del chiedere nelle «Lettere» di Caterina da Siena
Librandi, Rita

Data: 2001
Resum: Le Lettere di Caterina da Siena sono state più volte studiate sul piano dell'espressione linguistica e delle strategie retoriche, e se ne sono evidenziate tanto le caratteristiche di unitarietà quanto i tratti di variazione in rapporto al destinatario e all'argomento. Lo studio che qui si presenta intende individuare l'incidenza dell'intenzione comunicativa sul variare di lingua e stile lungo il corpus delle Lettere. Si analizzano in particolare i procedimenti messi in atto dalla santa senese per chiedere ai propri interlocutori l'obbedienza al volere divino, l'osservanza di alcune regole comportamentali o, con maggiore energia, l'azione decisa contro i nemici della fede. In tutte le lettere, infatti, un posto centrale e ineliminabile è assunto dalla petitio rivolta in forme adeguate e diverse ai propri destinatari. Il chiedere e l'oggetto della richiesta sono sottolineati ora da un uso sapiente dei verbi volere e pregare, ora dalla sostituzione impercettibile del pronome allocutivo che spersonalizza l'interlocutore, ora dall'alternarsi della prima e della seconda persona in rapporto al contenuto da comunicare. Il rilievo dato a ciò che Caterina chiede, e al modo in cui lo chiede, è senz'altro legato al ruolo profetico della santa, che nelle Lettere, al contrario di quanto avviene nel Dialogo della divina provvidenza, affiora in modo costante. Caterina è profeta, perché profetica è la missione di chi si pone come guida dei cristiani nella loro vita storica ancor prima che nella loro spiritualità, e ogni strategia messa in atto nell'epistolario per ottenere la vittoria del bene è testimonianza di una tale funzione.
Resum: The Strategies of Asking in the «Letters» of Saint Catherine of Siena. The Letters of St. Catherine of Siena have been repeatedly studied for their linguistic expression and rhetorical strategies; both similarities and differences relative to the recipient and to the topic have already been focused. The study here presented seeks to establish the effect of the communicative intention on changes in language and style in the corpus of the Letters. In particular, the procedures used by Catherine in asking her correspondents to obey the divine will, observe some rules of conduct or, more passionately, vigorously act against the enemies of faith are analyzed here. In all the Letters, a central position is taken by the petitio which is addressed in different and adequate styles to the recipients. The asking itself and the object of it are underlined either by a sophisticate use of the verbs to want and to pray, or by the unnoticeable substitution of the addressing pronoun that depersonalizes the interlocutor, as well as by the alternate use of the first and second person, according to the content to be conveyed. The relevance ascribed to what Catherine requires, and the way in which she demands it, is related to the Saint's prophetic role which regularly emerges from the Letters, while it is absent in the Dialogue of Divine Providence. Catherine is a prophet: prophetical is the mission of one who sets herself as a guide to Christians in their wordly affairs rather than in their spirituality. Every single strategy adopted in the Letters to obtain the victory of the good witnesses this role.
Drets: Aquest document està subjecte a una llicència d'ús Creative Commons. Es permet la reproducció total o parcial, la distribució, la comunicació pública de l'obra i la creació d'obres derivades, sempre que no sigui amb finalitats comercials, i sempre que es reconegui l'autoria de l'obra original. Creative Commons
Llengua: Italià.
Document: Article ; recerca ; article ; publishedVersion
Matèria: lettere di Caterina da Siena ; strategie retoriche ; il comando e la richiesta ; il ruolo profetico ; il magistero ; Catherine of Siena letters ; rhetoric strategies ; the order and the request ; the prophetic role ; the teaching
Publicat a: Quaderns d'Italia, N. 6 (2001) , p. 83-100, ISSN 1135-9730



18 p, 117.2 KB

El registre apareix a les col·leccions:
Articles > Articles publicats > Quaderns d'italià
Articles > Articles de recerca

 Registre creat el 2006-03-13, darrera modificació el 2016-06-12



   Favorit i Compartir